Music Aptitude Development

Metodologia M.A.D.

Stabilito che fare musica è una complessa attività psico-fisiologica, la metodologia didattica denominata M.A.D. (Music Aptitude Development) pone l’attenzione sull’uomo che fa musica visto nella sua interezza.

Gli assunti di base su cui il metodo si sviluppa sono:

  • suonare è una attività che coinvolge la persona sotto gli aspetti: razionali, emotivi, senso-motori, corporei e “immaginativi”
  • le capacità coinvolte non sono strettamente legate alla natura specifica del gesto musicale ma soprattutto all’equilibrio generale della persona
  • se la musica definita “moderna” è sostanzialmente diversa dalla musica classica, ne deriva che la didattica necessiti di approccio, modalità e “procedure” completamente nuove rispetto a quelle generalmente in uso.

L’innovazione di M.A.D. sta dunque nel setting di allenamento delle capacità corporee, coordinative, percettive, cognitive alla base del gesto musicale e nelle procedure che in esso vengono messe in atto. Attività che non può che prevedere, per il corpo docente coinvolto, un aggiornamento costante del percorso di formazione e di studio.

Tutti coloro che studiano musica imparano a suonare, a cantare e a muoversi a tempo. Tutti conoscono l’armonia moderna. Tutti studiano composizione, arrangiamento, ecc. La differenza sta nel modo in cui si sviluppano queste capacità e come queste si integrano tra loro.

Per giungere a questi risultati Valerio Silvestro e Loredana Lubrano, fondatori del metodo, hanno intrapreso nel corso degli ultimi anni una serie di studi e ricerche sperimentali al fianco di vari professionisti. Fisiologi, osteopati, posturologi, psicologi e psicoterapeuti hanno collaborato a dare un sostegno scientifico alle loro intuizioni. Questo è stato possibile grazie a laboratori sperimentali, percorsi di ricerca specifica con neurofisiologi, preparatori atletici e di confronti interdisciplinari con logopedisti, vocologi artistici, docenti ed esperti di tecniche corporee, foniatri.

Dal punto di vista prettamente didattico/musicale i riferimenti sono i massimi esponenti della didattica mondiale: Charlie Banakos, Gerry Bergonzi, Kenny Werner, Danilo Perez.

É all’interno di questa costante ricerca che affondano le radici della visione metodologica M.A.D. espressa in un percorso definito ma in continuo aggiornamento, che è adottato ad oggi in molte scuole in Italia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi